L’origine del tutto

Vivere la musica per me è attraversarla in ogni genere e sfumatura senza pregiudizio alcuno. La respiro come aria pulita, e la contemplo come fosse un’icona preziosa di una divinità terrena che mi rigenera e mai mi fa vacillare o stancare. Se non ci fosse Lei, non sopravviverei alle avversità che mi investono spesso . Lei mi lascia sempre un varco dove poter entrare e riposare, non facendomi però nascondere alla signora realtà. Fare parte di un disegno musicale per me è pari al trovare sempre la forza di gioire e sorridere in faccia al mondo. Spero sempre di far cosa gradita, proiettandola per come la vivo in tutto il suo splendore. Non è passione, nemmeno lezione, figuriamoci megalomania o saccente arroganza del sapere. Il mio è l’amore nella forma più umile e generosa che posso dare… e se ho fortuna ricevere… ma insieme a Lei.

La “genesi” è partita da un puntino luminoso arrivato senza pretese da me. È la Musica che vi lascio in questo post. È il primo brano musicale che mi è stato inviato 10 anni fa oggi. Un file, che mi ha cambiato la vita.

Tutto é iniziato in un tempo lontanissimo, in un luogo caro, di un mondo… che per me non ha uno scorrere del tempo.

Non ve l’ho mai totalmente confessato e son felice di farlo ora.

“Arrivato per caso, con un tempo da lupi, fra poesie recitate e illusioni spezzate come rami secchi nella tempesta. In solitaria condizione, con l’apparente l’insicurezza di un bimbo lasciato a se stesso, in un mondo difficile, e ingarbugliato. ”

Oggi dico “grazie” perché non sarei quella che sono… Me .

Ora vado. A presto!🙂

Da…
The Allman Brothers Band – “Stormy Monday” live dall’album Fillmore East, del 1971🧡