Buonanotte

Rientrare sotto una pioggia fastidiosa a quest’ora mi fa sentire la pelle urticante come se fossi passata in un campo di ortiche. So che è un gioco della mia mente legato all’umidità accumulata nel maglione di lana sulla pelle nuda. Imparassi a corredarmi di ombrello invece che del mio cappello uff! Ormai la mia ossessione sui cappelli “evitatilumbrella”…è patologica lo so! 😏 E domani sarà un venerdì… siiiii!!!! Sarà l’inizio di un bellissimo week da favola… perché arriva da Roma Ricky, un ragazzo che adoro! 😚 Ha 28 anni, è un promettente avvocato e lo amo come si può amare un figlio proprio!!!🥰 Oddio, è più amico mio che di mio figlio… ma negli affetti puliti e nell’amicizia non esiste l’età anagrafica. Notte notte.

Ascoltate…

Ogni tanto…

Ogni tanto mi piace ritrovare piccoli piaceri musicali, che sanno confortarmi dopo ore di traffico cittadino raggirato a piedi, brusii stonati e incomprensibili nell’aria ricca di umidità, ma soprattutto stanchezza mentale. Mi regalano fluidità alla mente, mi alleggeriscono le spalle, mi fanno sentire quel senso di tranquillità conquistata dopo una grande fatica. Mi fanno accomodare sul divano, con addosso abiti confortevoli ritrovando in me quel tepore che sa di casa, famiglia, amore...

Un rhythm and blues fatto in casa, vestito di trasognata bossa, che riscalda l’animo più infreddolito dal clima uggioso. Una tranquilla serata a voi. A domani.

Interpretare un segnale …

Gli ulivi raccontano… di noi … e di quel che facciamo…

Pensare ed agire per il bene del nostro ormai precario sistema è un dovere, non un privilegio. Provo un senso di smarrimento per quanto sia intenso il messaggio di questo tronco di ulivo centenario del Salento, vivo (foto dal web).

A protezione di quel nucleo fragile di un eco sistema ancora in vita e che come tale, dovremmo mantenere nel miglior modo possibile “in vita” 🙂

pensiero Ineluttabile…

L’ansia è un cane da guardia…

“Silenzioso fantasma del peccato che si muove tra le mie tende
Navigando su un mare di sudore in una notte tempestosa
Credo che non abbia un nome ma non posso esserne certo
ed inizia a confidarmi

Che la mia famiglia non mi sembra così familiare
e tutti i miei nemici sanno il mio nome
e se mi senti bussare alla tua finestra
faresti meglio ad inginocchiarti e pregare, il panico sta arrivando

Il mio polso batte al ritmo del fantasma che balla
I miei occhi sono morti e la mia gola è un buco nero
e se esiste un Dio, mi darà un’altra possibilità?
Un’ora per cantare per la sua anima

Perché la mia famiglia non mi sembra così familiare
e tutti i miei nemici sanno il mio nome
e se mi senti bussare alla tua finestra
faresti meglio ad inginocchiarti e pregare, il panico sta arrivando

Che la mia famiglia non mi sembra così familiare
e tutti i miei nemici sanno il mio nome
e se mi senti bussare alla tua finestra
faresti meglio ad inginocchiarti e pregare

Perché la mia famiglia non mi sembra così familiare
e tutti i miei nemici sanno il mio nome
e se mi senti bussare alla tua finestra
faresti meglio ad inginocchiarti e pregare, il panico sta arrivando”

Vorrei portarti via.

Questa è per mio figlio, e per tutti quei figli che credono di essere soli in questo mondo, perché spesso sono inconsapevoli del fatto che “davvero soli” non lo saranno, nel loro profondo, mai. Mamma.

“”Tu sei più giovane di me 
Ma hai gli occhi grandi come i miei 
E vorrei dirti che 
Andrà tutto ok
So che vuoi solo andartene da qua
Da questo vuoto che uccide
Da questo spicchio di realtà
Dove nessuno sorride
Vorrei portarti via, via da te
Ma non lo so dove sto andando, sai
Vorrei portarti via, via con me
Ma non lo so dove vado mai
Vorrei portarti via, via da te
Ma non lo so dove sto andando sai
Vorrei portarti via, via con me
Che non lo so dove vado mai
E tu sei sola come me
Sveglia nel buio delle sei
Potrei mentirti e 
Dirti che è tutto ok
È così grande questa città
Che a volte ci divide
È un cuore rotto a metà
Che a volte non coincide
Vorrei portarti via, via da te
Ma non lo so dove sto andando sai
Vorrei portarti via, via con me
Ma non lo so dove vado mai
Vorrei portarti via, via da te
Ma non lo so dove sto andando sai
Vorrei portarti via, via con me
Che non lo so dove vado mai
Tu sei più giovane di me 
Ma hai gli occhi grandi come i miei.””

Buona giornata.

Ma é un buon giorno!

Chissà cosa porterà domani

Forse il sole e forse la pioggia

Ma quanto a me aspetterò e vedrò

E forse mi porterà il mio amore

Chissà

Chissà

Chi lo sa meglio di me

Che è lei che mi tiene in vita

Mantenere la bambina come il mio obiettivo

Rendi la mia vita degna di essere vissuta

Un altro giorno

Un altro giorno

Solo un altro giorno

voglio vivere

Per condividere l’amore che solo lei può dare

E se non torna a casa

Prego che il Signore mi aiuti ad andare avanti

Un altro giorno

Un altro giorno

Solo un altro giorno

Un altro giorno

Un altro giorno

Solo un altro giorno

voglio vivere

Per condividere l’amore che solo lei può dare

E se non torna a casa

Prego che il Signore mi aiuti ad andare avanti

Un altro giorno

Un altro giorno

Solo un altro giorno

Chissà cosa porterà domani

Forse il sole e forse la pioggia

Ma quanto a me aspetterò e vedrò