Like The River Loves The Sea

Un po’ mi vesto, e non a caso di abiti eterei…

Un po’ mi sento vicina a questo album di

John Shelley

di Lousville nel Kentucky USA.

Il titolo

Like The River Loves The Sea

Ovvero,

“Come il fiume ama il mare”

Già, il fiume ama il mare, tanto che vuole sempre raggiungerlo nonostante gli innumerevoli impedimenti, ostacoli, e incontri nel suo scorrere verso quelle ampie braccia che attendono.

Il fiume non può fare a meno di plasmarsi, confondersi, mischiarsi col mare, per diventare una sola cosa insieme. E ricominciare tutto da capo. Diventare uniti molecole d’acqua vaporosa, e rinascere, pioggia, nebbia, neve, ripercorrendo strade a volte diverse, ma sempre consapevoli dell’attrazione che comunque li unisce Ritrovarsi sempre, riconoscersi ancora, ancora, nel ciclo eterno del tempo.

Folk, spiritual… cosa c’è di più… magnetico di un fiume che si butta nel mare? È così l’amore? Ma poi penso se é amore anche la disperazione per un distacco…

Si percorrono strade impervie per raggiungere sempre qualcosa che senti che attira. Ti ci butti dentro, ti ci perdi, e poi ricominci tutto nuovamente.

Soffrire, struggersi. Fateci caso, gli amori interrotti lasciano segni indelebili. Lasciano sulla pelle la necessità di fuggire fra ghiacciai lontani e aspettando che tutto cambi, o torni, o si quieti. È comunque amore… attrazione, magnetismo.

Son convinta che vi piacerà… Shelley, io vi posto tutto l’album. I tre pezzi sopra sono in assoluto i miei preferiti!🧡