Salva l’ultimo ballo per me.

Vi racconto una piccola storia… vera.

“Io non posso ballare, perché sono malato. La poliomielite non ha avuto pietà di me. Uso le stampelle per muovermi nel mondo, ma soprattutto per muovermi fiero accanto a te. E lo so che tu sai che il nostro amore è più grande di qualsiasi mio impedimento fisico. Per questo mi hai scelto, e io ti ho trovata, seppur il destino mai potrà farti stringere a me per ballare. Tu balli, volteggi e ti muovi con grazia a Broadway e io ti guardo, sognate, e sempre più rapito. Il mio amore è anche così, ti rende libera di socializzare con chi vuoi, a patto che l’ultimo ballo della serata, lo riservi soltanto a me.

Ti amo . Il tuo Doc Romus… sempre e perSempre. ”

🧡 a domani miei cari.