Un treno per l’Emilia.

Vi posto qualcosa di bello, anzi due, perché la vita è puttana, crudele, spesso spietata, ingiusta e maledetta… ma gli amici, quelli che non perdi mai, nemmeno se crolla l’asteroide più grosso della storia sulla terra, quelli restano.

Conoscono il dolore per primi, ma lentamente te lo lasciano scivolare via e nemmeno ti accorgi per un po’ di sentirti dannata, sofferente, e sola con quell’impotenza che da tempo accompagna ogni attimo di vita che respiri.

Aperitivo in Emilia, con Elena. Bisogna osare per vivere.

🌸