Musica e fiori magici

Se siete abbastanza arguti riuscirete quasi a toccare la perfezione, nell’imperfetto strabiliante mondo che c’è nella mia testa, quando Musica e curiosità fanno da padroni, irremovibili, perché Musica e curiosità nella mia testa, quando iniziano ad elaborare lo fanno senza tregua e senza freni.

Faccio una premessa: tutto di me è legato stretto a doppio nodo ad Eddie Vedder, ed è un amore viscerale fatto di pulsioni e abbandoni della mente . Ma tutto il mio corpo si avvinghia senza pudori al grintoso Bruce, si, il The Boss per intenderci, perché soltanto lui è capace di sospingermi talmente in alto, tanto da farmi precipitare poi, come se fossi sulle montagne russe e senza cinture di sicurezza .

Ora… prima “sentite” questo brano …

Ma voi, sapete come è fatto il magico “fiore di luna”? Chissà in estate, quante volte lo avrete visualizzato, e alla fine magari ignorato, inebriandovi comunque della sua profumata fragranza sparsa nell’aria tiepida della notte, passando poi oltre senza capirne o la natura o la provenienza . Io li trovo raramente qui a nord nelle campagne lombarde, ma in Sicilia, li trovo ovunque possano radicarsi. Li vedo nelle notti estive ma non li tocco, seppur tentata. Tanto Vellutati quanto Fragili. Sono rampicanti spontanei e invasivi che rivestono spesso muri di cinta abbandonati, reti metalliche che delimitano terreni, o addirittura marciapiedi accidentati e lasciati un po’ alla mala sorte. Sono… fiori magici davvero. Li riconoscete? Poco ma sicuro 😊

Leggete qui sotto

“Il fiore di luna (ipomea bianca) è una pianta originaria delle regioni tropicali e subtropicali dell’America. Deve il suo nome alla sua particolare fioritura che avviene esclusivamente al chiaro di luna: i profumatissimi fiori di grandi dimensioni, si aprono in fretta la sera e per tutta la notte, rimanendo aperti finché vengono toccati dal sole del mattino. Quando il fiore è chiuso ha la forma di una stella, ma una volta aperto i grandi petali assumono la forma rotonda della luna piena…”

Già…😊

Ecco, io questo magico fiore lo associo a “The White Buffalo”, un progetto musicale in cui fa testo il cantautore statunitense Jake Smith. Lo stile musicale di questo… in italiano “Bisonte Bianco” è profondamente influenzato sia dal country che dal blues, ma anche dal rock classico. Una cosa è certa, White Buffalo si contraddistingue soprattutto grazie alla voce profonda di Jake Smith! Jake possiede una voce a metà strada tra quella del mio amato Eddie Vedder  e quella graffiante e intrigante di Bruce Springsteen. Il massimo !

Se poi amate come me le storie di un’ America passata, storie fatte di fuorilegge e strade piene di polvere… beh, allora, avete fatto bene ad arrivare fin qui 💫

Capita di avere voglia di comunicare, per condividere qualcosa di bello, di magico, di sorprendente musicalità e, non si può non farlo vero?.💫

Tornerò, per gli auguri doverosi al Coniglio bianco … nel paese pasquale, dalle uova multi colorate o forse anche prima 💫

👋