Pensando astratto in â€œconcretezza”.

Mi piacerebbe Incastonare pietre preziose nelle copertine dei libri e osservare gli oggetti d’oro lucido, le sculture dipinte a tinte vivaci fra vetrate colorate.🙏

Un’ispirazione ai nostri occhi potrebbe essere quella di … regalarci magari, una gran quantità di

rossi,

verdi,

gialli,

azzurri,

marroni,

arancio,

viola,

dorati,

neri,

rame e…

e rosa accesi?

Secondo me il concerto di ieri sera ha colpito dritto al mio umore…🤗

capite ?

Lisa Gerrard 🤗

Nascere a Melbourne, e crescere nel quartiere multietnico di Prahran, deve aver sicuramente contribuito a fornirla nel tempo, di un gusto musicale alla fine molto personale e ricco di sfaccettature sonore.

Lisa è la voce femminile del duo “Dead Can Dance”, ma dopo averla ascoltata quale interprete della colonna sonora de “il Gladiatore” anni fa, me ne sono innamorata perdutamente. I suoi progetti da solista, sono l’eccellenza di un canto fra il mezzosoprano e il contralto, e soprattutto quello drammatico.💙 (amando io l’opera lirica capirete perché mi affascina una cantante new wave e goticamente rock così temprata. ). Ma Lisa ha una particolarità… spesso usa cantare in un modo chiamato “idioglossia”. Canta anche con la lingua del “cuore”, una lingua inventata fin dall’età di 12 anni che è sempre in lei .

La sua voce è profondamente ricca di sfumature, maledettamente oscura, a volte triste ma soprattutto originale ed unica. Vi consiglio di andare a perlustrare il mondo musicale dei Dead Can Dance ( un nuovo album uscirà il 2 novembre 2018 dal titolo “Dionysus” ma Lisa Gerrard e Brendan Perry saranno anche a Milano il 26 e 27 maggio 2019 all’Arcimboldi. Ve li consiglio proprio).

Che dire… qualcosa vi ho postato stamattina… Ora vi lascio così …buon ascolto!🎶