Intermezzo Black Star.

Sapete cosa mi fa tristezza? Vedere che alla fine è tanta solitudine interiore, dentro artefatti abbozzi di sorrisi. Niente da spartire niente da “sentire” da trasmettere. Niente, nemmeno quella musicalità dalle radici interminabili è sopravvissuta. Nessun entusiasmo solo tanta finzione per andare avanti e vivere. La vecchiaia fa spesso paura ma una vecchiaia senza note e suoni da trasmettere, senza condividere, restando nella sordità totale… spegne ogni sogno, ogni gioia, ogni lume acceso. L’amore vero è profondo e si misura nel tempo, in tanto tempo. Un tempo che non è pari ad uno schioccare le dita ma pari a giorni, mesi, anni di paziente cura, convivenza, conoscenza, scambio.