Cinema.

Mi sento pronta per andare a vederlo. Ho la mente libera per potermi finalmente godere una storia così.

Fantasy… sentimentale… seppur drammatico. Mi metto nelle mani di Del Toro e del suo

“The Shape Of Water”

È uscito il giorno di San Valentino.

{Il mio mondo è fatto prevalentemente di diversità e di diversi.

Ma non cambierei il mio mondo per niente di diverso.

“Diversi” per molti è una parola usata per bardare le ali e annullare tutto quello che di bello, buono, utile, esiste su questa terra. Cosa è la normalità ? Siete davvero sicuri che i “diversi” non siete proprio voi… comuni normali? }

Vi dirò. Vado. 💙

TRAMA

LA FORMA DELL’ACQUA:

Nella sua nuova opera, La forma dell’acqua, il visionario Guillermo del Toro racconta una fiaba gotica ricca di suggestioni fantasy, ambientata nel pieno della Guerra Fredda americana (siamo nel 1963) e incentrata su una giovane eroina senza voce. 

A causa del suo mutismo, l’addetta alle pulizie Elisa (Sally Hawkins) si sente intrappolata in un mondo di silenzio e solitudine, specchiandosi negli sguardi degli altri si vede come un essere incompleto e difettoso, così vive la routine quotidiana senza grosse ambizioni o aspettative. 

Incaricate di ripulire un laboratorio segreto, Elisa e la collega Zelda (Octavia Spencer) si imbattono per caso in un pericoloso esperimento governativo: una creatura squamosa dall’aspetto umanoide, tenuta in una vasca sigillata piena d’aqua. Eliza si avvicina sempre di più al “mostro”, costruendo con lui una tenera complicità che farà seriamente preoccupare i suoi superiori.

Il film ha vinto il Leone d’Oro al Festival di Venezia 2017 ed è anche vincitore di 4 Premi Oscar 2018: Miglior film, migliore regia, migliore scenografia e migliore colonna sonora. (da internet)

3 pensieri su “Cinema.

    1. Ohhh Enri ti apre un mondo sulle diversità che non riesci a contenere … 🤗 mi sono emozionata e ho pianto pure. È di una semplicità che non ha eguali seppur la storia sia complessa. 🤗

      Piace a 2 people

I commenti sono chiusi.