I fratelli Mulligan e le loro – canzoni per vivere e … –

Sento l’odore della terra bagnata e un po’ distante la foresta di conifere che nasconde sentieri inesplorati e ruscelli che si gonfiano e scorrono fra cascate d’acqua fredda su massi secolari. Sento intorno a me un country folk che si destreggia fra il diavolo e l’acqua santa .

Lontano corde di un violino accondiscendente e accattivante si lascia ascoltare fluttuando nel cielo terso e un Gargoyle fatto uomo dall’alto di un dirupo che mi ricorda Mark Lanegan ma quasi redento piuttosto che combattuto e ombroso. Lui da lassù osserva e tace.

Ecco ora vi spiego !

Loro sono i The Mulligan Brothers, che presentano un nuovo lavoro musicale. Il terzo per l’esattezza.

. “Songs For The Living And Otherwise”.

La sensazione che io provo ascoltando l’album è come lo srotolarsi lentamente di una matassa ingarbugliata e piena di nodi.

La matassa è un po’ la vita

L’album è come un racconto sonoro di “una” vita.

Parla di isolamento e lontananza . Un viaggio a volte che tocca punte trascendentali ; un percorso travagliato per la ricerca della propria bellezza, e nobiltà d’animo.

La sconfitta e il riscatto.

Non è poca roba !

Vi lascio la play di questo geniale lavoro di squadra. 🤗 dateci una ascoltatina!

💕 a domani🎵🎵🎵