Ognuno fa come gli pare.

Sono abituata a fotografare portoni, porte, finestre, come dico io… “sdirrupate”. Non so perché ma alla fine so che quelle immagini hanno rappresentato un tempo, una vita, una storia, Io mi dovevo trovare in un luogo straniero per rendermi conto del sollievo che ho dentro. Un “muro” fra me e un passato.

14 commenti su “Ognuno fa come gli pare.

  1. L’importante e’ il presente e il futuro.
    Il passato ormai e’ solo una nuvola di fumo che fluttua alle tue spalle.
    Come procede la tua vacanza?

    • è andata fin troppo bene. avevo promesso alla mia amica che non sarei stata troppo sul blog… per questo alla fine ho rimandato i commenti al rientro… mare adriatico stupendo… davvero….

      • Ho visto dalle foto.
        Bellissimi posti davvero*

        • In ogni caso ho avuto la sensazione di essere a volte in Liguria a volte nelle Marche … territori simili per me. Gente cordiale affabile ..

          • Io fra 5 giorni vado a Civitanova Marche.
            Mia mamma e’ marchigiana e mio zio abita li.
            Adoro le Marche.
            Abbiamo parecchie cose in comune.
            😊

            • Certo. Io ho una cugina (gli zii non li ho più ) a Senigallia … che è la mia terza casa 🤗

  2. Non ci crederai, ma appena ho letto il titolo del post mi è subito tornata in mente un’altra canzone di Max Gazzé, questa:

    Che ne pensi?

      • Sì, in effetti non è profonda come “Vento d’Estate”, “Il timido ubriaco” o “Il solito sesso.” Del resto tutta la carriera di Gazzé è consistita in un continuo alternare pezzi pop con altri più intimisti e riflessivi. Il pubblico ha sempre saputo apprezzare sia gli uni che gli altri, perché in ogni sua canzone c’è sempre “a kind of magic.” Grazie per la risposta! 🙂

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: