Ognuno fa come gli pare.

Sono abituata a fotografare portoni, porte, finestre, come dico io… “sdirrupate”. Non so perché ma alla fine so che quelle immagini hanno rappresentato un tempo, una vita, una storia, Io mi dovevo trovare in un luogo straniero per rendermi conto del sollievo che ho dentro. Un “muro” fra me e un passato.