Il non ritorno.

Vi è mai capitato di aver minato voi stessi le fondamenta di un ponte in ferro dopo averlo attraversato dall’altro capo,e non ricordarvelo? La mia memoria ha cancellato ogni gesto. So solo che quel che è rimasto di me, del mio vissuto dal lato opposto, nel mio oggi, con questo gesto,non potrà più attraversare, raggiungermi, per sconvolgermi la vita. Un sollievo… è il merito. 🙃

18 pensieri su “Il non ritorno.

I commenti sono chiusi.