Indipendenza

Nel vago è il ricordo

Lasciato a prender sonno.

Dei turni consumati

Ne ho perso la conta .

Le attese fra il lavoro

Come miraggi lontani,

Evaporano spandendo

pixel privi di colore.

Pure i numeri primari

Oramai scomposti

Nella mente attenta,

Giocano a rincorrersi

Creando somme

Dal dubbioso risultato.

Fra frazioni ed equazioni

Non trovano più

La sequenza originale

Della loro somma corretta.

@cate

Ora, quello che non mi aspettavo del mio grande innamoramento è la complicità e la confidenza con la mia mente di portarmi a scivolare dentro un tunnel a tratti illuminato,dove alla fine già si vede una porta aperta in cristallo di Swarovski !

5 pensieri su “Indipendenza

I commenti sono chiusi.