Foto ricordo “FleetFoxes” 10novembre2017 Fabrique – Milano ❤️

E ho pianto anche questa volta… ma per emozioni intense, senza nulla fra le mani ma tanta tanta gioia nel mio cuore.

Fleet Foxes forever❤️❤️❤️

32 pensieri su “Foto ricordo “FleetFoxes” 10novembre2017 Fabrique – Milano ❤️

  1. Francesco Manetti

    Ero presente Venerdì sera, e sottoscrivo in pieno. I Fleet Foxes sono una delle realtà più belle, intense e vere, genuine che ci sono attualmente, a mio modesto parere. Li seguo praticamente dagli esordi, con la data del Fabrique è la terza volta che li vedo live, e ho sempre la stessa conferma: ragazzi semplici, senza fronzoli, professionisti seri, musicisti prima di tutto, che fanno della semplicità e della sincerità la loro ricetta vincente. In un mondo dominato dall’apparenza, dove i computer rettificano le orripilanti incapacità di gente che si definisce “cantante” o “musicista”, i nostri amati Fleet Foxes dimostrano qualcosa che oggi come oggi pare più una rarità che una cosa usuale: fare Arte con la A maiuscola. E se qua e la capita una imperfezione, o un errore, ebbene, anziché nota dolente diventa nota positiva perché ci ricordano che la bellezza non sta nella perfezione, ma nell’imperfezione, che ci rende di fatto umani. Per concludere, Venerdì sera al Fabrique le emozioni sono scorse forti, e il sorriso guarda al futuro visto che già sono in composizione per il 4 album. Alla faccia di chi, qualche mese fa in una assurda recensione, scrisse che dopo Crack Up potevano anche sciogliersi. Altro che scioglimento, una delle più belle realtà musicali degli ultimi decenni è viva e vegeta, e pronta a regalarci altre gioie immense. Intanto, ci lecchiamo ancora i baffi per le leccornie dispensateci Venerdì sera al Fabrique!

    Saluti cordiali,
    Francesco (Livorno)

    🙂

    Piace a 1 persona

    1. "Perseide"

      La prima cosa che mi chiedo è … “chissà dove stavi tu…”🤗 sono d’accordo. Quello che loro hanno è empatia pura con la musica quando li ho visti la prima volta allo Smeraldo erano dei taglialegna con l’animo del poeta che ama la natura in tutte le sue forme. E posso cambiar abiti ma quello che hanno dentro è visibile anche agli occhi che osservano l’aria che di muove mentre cantano . L’aria segue i loro ritmi e le loro parole trasformando il tutto in emozione pura. Ma posso frignare mentre ti rispondo senza nemmeno un loro pezzo che si spande? Ecco l’elettronica che mi fanno solo a parlarne. Se sei stato a Ferrara ti prego di raccontarmi. Ho un vuoto che non sono capace di colmare. Grazie Francesco. 🦋 per ogni parola che hai scritto e per avermi letta. 🎶

      Mi piace

    1. Francesco Manetti

      Ciao Perseide! Condivido tutto ciò che hai scritto, il primo concerto che fecero a Milano nel 2008 non lo ho visto, ma avuto modo nel tempo di leggere delle recensioni di quel concerto, e già era chiara la caratura di questa band. Venerdì sera sono arrivato alle 20:30 al Fabrique, e per le 20:40 ero già posizionato centrale a 3mt da Robin Pecknold 🙂 Anche il gruppo di spalla devo dire che non è stato male! Ad ogni modo, ciò che hai scritto è sacrosanto: sono maturati. E credo che in alcuni casi chi scrive le recensioni travisi questo aspetto interpretandolo in altra maniera, del tipo come se avessero perso qualcosa. In realtà a parer personale non è affatto così, è semplicemente che c’è stata una vera e propria maturazione. All’epoca di Helplessness Blues, rimanendo fermo il fatto che fossero anche all’epoca persone umili, ma è indiscutibile che la band fosse assai chiacchierata. Mi pare di aver notato che il chiacchiericcio si è ridotto, e che è rimasto l’essenziale. Che è la cosa più importante, specie in un processo di maturazione. Si è pensato credo un pò tutti che forse non li avremmo mai più rivisti. Già è stato un colpo al cuore (in positivo!) aver saputo che invece li avremmo risentiti e rivisti. Ebbene, dopo averli visti a Ferrara, sono rimasto colpito positivamente perché come ti dicevo ho trovato una band maturatissima, sicuramente meno “giovanile” di un tempo, ma del resto non è così che avviene nella vita di ognuno di noi? Quando si matura si perde un poco di spensieratezza, ma si diventa più saggi. Io così li ho trovati. Essenziali, senza troppi giri di parole, dritti al punto. E l’essenzialità è una dote mica da tutti! Specie se poi sforni brani e dischi di una meraviglia ipnotizzante come è, a mio avviso, anche l’ultimo album Crack Up.
      Su Ferrara posso dirti che è stato un concerto stupendo, elettrizzante vista la stagione estiva e l’aria frizzante che si respirava, già solo per il contesto. Venerdì sera debbo dire che li ho indubbiamente trovati un pochino più stanchi di Ferrara, ma è anche del tutto normale dopo che sei in tour da 7 mesi ininterrotti o quasi, penso chiunque sarebbe un poco sfiancato. Detto questo però l’altra sera è stato un concerto validissimo e la performance è stata come al solito di altissimo livello ed entusiasmante. Sono davvero curioso di vedere che cosa sforneranno al prossimo album… Una magica sorpresa!
      p.s. Tu l’altra sera dove eri in sala?

      Piace a 1 persona

    2. "Perseide"

      Diciamo che il mio amico Stefano essendo il Fabrique la sua seconda casa mi ha infilata sotto Robin… insieme ad altri con cui sono arrivata.. Sono stata privilegiata. Ma anche a te non è andata male no? Come “taglialegna” intendevo la loro mise.. ma onestamente era la giusta mise di quel periodo. sono ricchi di Umiltà per questo a volte sorprendono da un lato e non son capiti dall’altro. Bello il racconto di Ferrara,,, a parole qualcosa in me si è colmato…rammarico compreso! ci dovevo andare!!!! ma gli eventi han giocato a sfavore .E non possono che distinguersi nuovamente con il prossimo disco. 🙂 questo è il mio pensiero. faranno centro nuovamente.

      Mi piace

    3. Francesco Manetti

      p.s. Dimenticavo di dirti: certo che puoi piangere anche senza sentire i loro brani, perché è così che succede…la musica accompagna la nostra vita, e il compito del musicista, così come l’artista in generale, è proprio quello di stimolare in noi emozioni. Non sai quante volte mi sono commosso nell’ascoltare i loro brani. E alla fine, non è questo lo scopo? Emozionare ed emozionarsi? Ma quanti gruppi ci sono oggi come oggi che riescono in questo, senza dover ricorrere ad artifici di alcun tipo? E’ genuinità, e semplicità. Gli ingredienti essenziali per toccare le corde più profonde in ognuno di noi 🙂

      p.p.s. A dire il vero avevo capito anche con la parola “elettronica” cosa intendevi 🙂 qualcosa che ti scorre fortissimo dentro! Emozioni!

      Piace a 1 persona

    4. "Perseide"

      per me è “vita” in ogni caso la musica in se è “vita” poi queste eccezioni sono come vivere come n una favola , sempre. 🙂

      Mi piace

  2. Francesco Manetti

    Ciao, buongiorno! ah ma dai senti che bello, eri proprio sotto il palco! eheh alle volte avere amicizie giuste non guasta ;-))) quindi eravate un gruppetto, che bello, è una cosa bella che altre persone amiche condividano il piacere per una stessa Tua cosa. Io da Livorno son venuto da solo, così come quando andai a Ferrara il 3 Luglio, ma son sincero, mi va bene così, alle volte è anche bello fare le cose da soli 🙂 specie situazioni simili! …Si si, avevo capito e son daccordo con Te, loro agli esordi erano in quel mood li, che è diventato un pò anche di moda negli anni dopo. Mi ha fatto invece molto piacere averli trovati spogliati di quella “maschera”, che era comunque molto affine alla musica che fanno, e averli ritrovati appunto “acqua e sapone”, senza alcun fronzolo, solo loro e la loro meravigliosa musica. Sarebbe bello trovarne anche di nostrane di realtà così vive. In Italia effettivamente, per un motivo o per un altro, è tutto un pò appiattito, o quantomeno chi fa musica veramente bene rimane molto nell’anonimato. Tornando ai FF, anche secondo me il prossimo album sarà un centro di nuovo. In una intervista, ieri, leggevo cosa racconta Pecknold a tal proposito, ha dichiarato che il prossimo disco tornerà ad essere più fluido e armonico. Non è un caso che lui pubblicò una foto riferita al quarto album, quest’estate, con la parola “Gioia”. Se il prossimo album sarà ispirato alla gioia, ebbene, prepariamo tanti cleenex :-))) p.s. Ma Tu come ti chiami? E vivi a Milano? Che cosa fai nella vita? Mi pare di capire che la musica è una cosa molto importante per Te!

    Un saluto cordiale,
    Francesco

    Piace a 1 persona

    1. "Perseide"

      io sto imparando ad andare anche sola ai concerti 🙂 e sarei stata sola anche in questo ma Stefano è riuscito a farmi aggregare ad un piccolo gruppo fan e mi hanno accolta! francamente non conoscevo nessuno di loro… ma alla fine la musica apre porte e spalanca portoni. Andavo con il mio compagno fino a qualche mese fa, ma ora lui non è più con me e io cerco di arrangiarmi. Se scorri il blog trovi parte di me. comunque mi chiamo Cate e vivo si, in città. la madre e la consulente amministrativa SI, la musica per me è Vita. Non potrei separarmene perchè è parte di me. E sarò sempre grata a chi ha avuto la pazienza di trasmettermi gran parte della sua passione per la musica. Un mentore, un maestro, un uomo che non fa più parte della mia vita oggi. 🙂

      Mi piace

  3. Francesco Manetti

    Ciao Cate, si, però sono sincero è da un pò di anni che non li seguo più 🙂 Una domanda, Tu hai, a scelta, uno tra Skype, Telegram, Gmail? Perché se vogliamo parlare un pò di musica, magari li si riesce a farlo meglio, che ne dici? Ti chiedo uno di questi tre perché io non ho lo smpartphone, ma ho il portatile e disponibili questi programmi di chat. Non ho per intendersi Whatsapp 🙂

    Piace a 1 persona

    1. "Perseide"

      È vero Francesco. Sarebbe molto più semplice adottare mezzi come quelli che mi hai detto. Solo che in questo momento della mia vita molto difficile ho scelto di muovermi in questo modo. Non per te ma soprattutto per la mia vita quella di mio figlio che sono radicalmente cambiate. La musica la vivo e nel mio blog fra post e commenti. Spero tu comprenda. 🎶. Altro non riesco a dare.

      Mi piace

  4. Francesco Manetti

    Ciao Cate, ma ci mancherebbe, se per Te è più comodo e pratico comunicare qui, va benissimo. Quindi nessun problema. Quando ho del materiale interessante da inviarti, se ti va bene, te lo giro con piacere qui nella Tua bacheca, non solo sui FF, magari anche su altre band che ascolto.

    Piace a 1 persona

    1. "Perseide"

      Sei molto comprensivo, ti ringrazio. se ti va di commentare qualsiasi post fallo pure se vuoi non apparire sempre qui la mail del blog riceve anche comunicazioni interne
      giocosaginoide@gmail.com questa qui

      Ti ringrazio perché davvero non è un buon momento per me, e cerco di stare “fuori” da ogni possibile contesto che non sia il “mio” a quando credi. buon sonno. 🙂

      Mi piace

  5. Francesco Manetti

    Grazie a Te Cate per l’opportunità comunicativa 🙂 Capisco e comprendo perfettamente, non ti preoccupare! Alla prossima, buon sonno anche a Te 🙂

    Piace a 1 persona

    1. "Perseide"

      Ciao Francesco. 😊 direi benino con tutte le tegole che mi cascano sulla testa. Vado a curiosare alla prima pausa. Poi ti dico 🤗 tutto bene in quel di Livorno ?

      Mi piace

I commenti sono chiusi.