lavoro e ricordi lontani

Ci sono momenti in cui mi fermo per un caffè veloce e qualche ricordo mi investe.

Avrò avuto 16 o 17 anni? Davanti ad una discoteca pomeridiana di sabato , in fila rispettosa, per entrare e lasciarmi travolgere dalla musica. Ve lo dico… quei tempi erano tempi sani. Col gusto di divertirsi, di evadere senza pensare davvero a niente se non a fare branco in allegria. 🎶🎶🎶🎶

Mi rimetto in pista… lavorativa però.

Ciao!

fuori dai pensieri.

“Nel mio vivere,

ho ballato con una donna  vestita da uomo

e mi sono sentita felice.

C’era intorno quell’allegria e spensieratezza

priva ogni malizia, o ambiguità.

Ma allo stesso tempo

ho  dormito con un uomo vestito da donna

e lo stare abbracciati

mi ha regalato tranquillità.

Non l’ ho mai più trovata

vagando con passi leggeri dentro me stessa.”

Quando la mente è libera, vivi accettando ogni diversità e situazione, perché  fa parte del nostro essere istintivi, animali dimenticati quali eravamo un tempo.

Lasciate che il giorno inizi .

La verità :

 La sera,

quando il buio incombe,

mi svesto di me,

vestendomi di te sempre

con quei pochi indumenti

che non hai più preso,

per sopportare meglio

la mia  volontaria cieca  solitudine.