sera, Deep Purple… sera a voi.

Deep Purple

e il loro primo video musicale “animato

“The Surprising”, cinque eroi protagonisti  in questo video – Ian Gillan , Ian Paice , Roger Glover, Don Airey eSteve Morse; un viaggio attraverso 50 anni di storia della band; un viaggio sulla nave da crociera, ricco di allusioni, ad un  viaggio intrapreso verso  il “viale del tramonto”…

😀 

Il brano fa parte dell’album “inFinite” del 7 aprile 2017 

 

Dave Gahan e “Cover Me” dall’album “Spirit”

“È come un cielo che si apre lasciando intravvedere un orizzonte un po’ più limpido .

Cambiano gli scenari. Cambiano gli stili, cambiano le forme .

Come cavalli selvatici cavalcano territori liberi, terre di frontiere e di ideali mai rinnegati, ma da perfezionare in questo tempo smarrito. L’esperienza coglie nuove opportunità e nuovi modi di provare ad essere migliori. “

Elettronica, pop, ci sta tutto nella solitaria ascesa nello spazio di Dave Gahan… come nell’ultimo video di “Cover Me” (un brano all’interno del noto album “Spirit“), apparso in rete pochi giorni fa.

Io non ve lo posto qui sopra.

Il loro album è costruito su un elettro pop molto curato nei particolari (come è nel loro stile da tempo) ma è anche di una “profondità interiore” che ha origine da una autocoscienza.

Spirit racconta dei problemi di questa società di oggi, dell’ingiustizia, del continuo senso di impotenza e fallimento. Sicuramente la bellezza della musica e dei testi vogliono portare l’ascoltatore non ad ascoltare e basta, ma a riflettere, mettendolo davanti ad uno specchio.

Vi lascio cercare in rete il nuovo video della canzone “Cover Me” . Tutto Spirit emana Spiritualità…

Io mi sono innamorata di questa versione… vera, autentica, “sentita” , intima… un live.

.

.

spirito jazz

 

L’hard bop sposta ancora “oltre”, i confini delle improvvisazioni e delle armonizzazioni in fatto di jazz. Lui è

Sonny Rollins

 

Amava  tantissimo la musica da ballo dei Caraibi, del resto i suoi genitori erano originari delle Isole Vergini Tutti i suoi suoi fratelli e sorelle studiavano  musica classica e aveva uno zio sassofonista che amava il blues… 

Detto, fatto. 

Il suo sax tenore,  musica libera, avventurosa, ma anche in grado di incatenare, l’una all’altra, nuove idee nel corso di ogni furioso assolo che improvvisa.

Questo album “The Bridge”

nasce dal fatto che spesso  andava a studiare sul ponte,  Williamsburg Bridge (il ponte sospeso di New York) che era vicino a casa sua.

Dal 2012 non si esibisce piu’ in pubblico 😦

Ultimo… album “Sonny, Please” del 2006