Vige … vano… dimenticare.

Giornata ricca di emozioni e passioni. 

Un giorno di relax , di sole, di panini inventati al momento, di chiacchiere senza troppo stare a pensare sul dire … Vigevano  è una città strana. Si anima con la penombra ed è invasa dal profumo intenso dei tigli fioriti . E sotto i tigli ho incontrato un “Da Vinci” geniale… ho riscoperto il piacere di osservare tranquilla chi riposava  sereno nel mio grembo e la compagnia tenera  di quel che più amo… e ora sono piena di ogni istante di una giornata ricca di ogni cosa terrena e non.

Assenza giustificata… concedetemelo.

Notte❤️

A te… a voi … a me.

6 pensieri su “Vige … vano… dimenticare.

    1. Devo dire che il castello non è tenuto benissimo. Mi ha sorpreso il tutto quasi chiuso dei locali. Per una birra o panini intendo. Il museo… vinciamo all’interno è ben fatto ma l’idea che tutto intorno erano riproduzioni compreso lo s-componimento del Cenacolo…😕😭😭. La strada coperta è fantastica. Ma la Torre del Bramante era chiusa!!!! Siamo rimasti tra la piazza Ducale e l’interno del castello. 🙂 cittadina troppo “introversa” per me. 🦋

      Mi piace

I commenti sono chiusi.