terra di mezzo

che mi piglia male d’improvviso…

Rintocca e risuona baldanzoso

l’impavido momento concitato

per giostrar disabili parole 

senza un senso o contro senso lato.

E così per non sembrar inquieta

faccio del singhiozzo un ossequioso

e incrocio risate allegre del movente 

fra  frasi attorcigliate nel furioso

Che  mi piglia male d’improvviso.

Un deja-vù irrompe dal passato

e un’ombra scura s’affaccia lesta

col suo abito incartapecorito 

dei vissuti trama l’invadenza pretestuosa

Unghie d’oca s’affilano alla mia  carne 

per lacerar di volta in volta momenti belli

e come presenza s’annida sul mio collo 

dell’alito ne sento il peso e l’umido colloso. (@SinusRoris)

Rhythm0 di Marina Abramović

 

 

 

 

5 pensieri riguardo “che mi piglia male d’improvviso…

  1. Il passato, spesso, torna ad aggredire con voracità…..
    E noi, a chiedere tregua.
    Ma, talvolta, la voglia di resistere, viene meno.

I commenti sono chiusi.