FESTIVAL INTERNAZIONALE DI POESIA DI “MILANO”

Il mio sabato 13 prima tappa:

Seguendo il sentiero tracciato un anno prima, mi incammino legata a tutti quei mondi che conformano il mio quotidiano divenire; le mie  gioie, le mie  incertezze, l’incrollabile volontà di ricreare un universo a immagine e somiglianza globale. IMG_1809

Eccola lì, la Poesia” , (l’inizio di una stupenda verità scritta un giorno da Juan Gelman, che prosegue,)in piedi, davanti alla morte”. E’ iniziato in questo modo il mio sabato 13 Maggio sotto un sole e un cielo terso.

Poesia scritta per le strade…

parlata, respirata, danzata, musicata, recitata, IMG_1818 la Poesia  dipinta, Poesia come testimone del passaggio tra le diverse realtà di una città che contiene il mondo, e degli infiniti punti di contatto che compongono ogni singolo segmento.

Gli argomenti,  tanti, e non mi aspettavo diversamente.  Disabilità, violenza sulle donne, carcere,  rapporto con la natura, amore, dolore; poi la poesia del corpo e della pelle, del potere taumaturgico della parola, IMG_1816 della bellezza, del nostro essere in questa nostra madre terra, di quella musica verbale che ci permette di creare “ponti” laddove in tanti cercano di costruire “muri”.

Le Librerie Indipendenti erano sparse qua e la  e il loro “pane fresco”, era disponibile all’acquisto…

A proposito di “Pane” e di “Milano” , ho  comprato due libri…  IMG_1901Ma secondo Voi, Io dove avrò mai concluso il mio Sabato 13?  ❤  

“Un richiamo più forte della natura stessa. I colori, la conquista dell’astrazione, la meta di un lungo e tortuoso itinerario intellettuale ancora prima che pittorico, una “folgorazione” , una “risonanza” interiore, un “modello” da seguire… la “Musica”, la più “astratta” delle Arti…”

Vi lascio una traccia…  è una sua “Ouverture Musicale ”  del 1909  

Vi racconterò in un  post !:-)IMG_1878

Traccia… vabbè !

;-D

3 pensieri su “FESTIVAL INTERNAZIONALE DI POESIA DI “MILANO”

I commenti sono chiusi.